___________________________________________________________________________________ 

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Scopo

 

Indipendente ed autonomo il Partito Animalista Europeo non si colloca a destra né a sinistra ma rappresenta un movimento politico allineato a favore delle iniziative di tutela e di protezione degli animali, nonché un partito di lotta contro coloro che pur rivestendo cariche pubbliche, non adempiono alle previste disposizioni e normative in materia di tutela dei diritti degli animali sancite dalle direttive comunitarie, nazionali e locali.

Il P.A.E. intende prendere parte al processo politico con l'obbiettivo di collocare la tutela giuridica degli animali quali esseri senzienti ai primi posti dell'agenda politica e sociale e di convincere le altre parti a garantire la salute ed il benessere degli animali.

Per contrastare lo sperpero di denaro pubblico perpetrato da amministratori locali e funzionari pubblici conniventi con organizzazioni criminali e soggetti senza scrupoli che per interessi personali non esitano a maltrattare ed uccidere gli animali. Questo sistema illegale ha prodotto tragiche conseguenze: gli incalcolabili decessi nei canili lager ed il business dei randagi; le epidemie causate dagli allevamenti intensivi; la tossicità delle carni di animali sottoposti a trattamenti illegali di farmaci; la sofferenza degli animali detenuti negli zoo e nei circhi; il dilagare del randagismo e quanto altro.

Altrettanto responsabile parte della classe politica italiana, foraggiata dalle lobby dei cacciatori e dei produttori di armi approva una caccia spregiudicata e non rispettosa delle direttive europee; corrotta dalle consorterie delle industrie chimico-farmaceutiche e delle baronie universitarie autorizza la errata ed inutile pratica euristica della vivisezione (adesso definita sperimentazione animale), considerata dalle più accreditate riviste scientifiche ed autorevoli ricercatori "cattiva scienza" in quanto non predittiva per il genere umano e di ostacolo allo sviluppo scientifico con conseguenze disastrose, responsabile dell'uccisione di milioni di persone; prezzolata dalle industrie della carne non promuove la sana alimentazione di origine vegetale occultando i reali danni, scientificamente e clinicamente dimostrati dall'OMS, derivanti dall'assunzione della carne alimentare e derivati e quanto altro ancora.

Centinaia le denunce-querela alle Procure di tutta Italia ed alla Commissione Europea  avverso  Amministratori locali, Questori e Prefetti, Governatori Parlamentari Ministri un Presidente del Consiglio ed un Commissario europeo per lo sperpero di denaro pubblico, per la mancata applicazione delle disposizioni di legge, per le omissioni d'atti o abuso d'ufficio e per gravi azioni antidemocratiche ma soltanto promulgando nuove leggi si otterranno radicali cambiamenti per la tutela degli animali.

Le sclerotiche ragion di stato, logica per cui l'interesse dello Stato leviatano prevale a forza su tutto, finiscono per perdere di vista l'etica e i sentimenti verso i più deboli, ciò che fa di un paese e del suo popolo degno di essere definito civile. Questi Governi opprimono ingiustamente la collettività, calpestandone i diritti fondamentali .

 

 YOUTUBE CANALE UNO  YOUTUBE CANALE DUE

facebook

 CONTATTI 

Mail : staff@partitoanimalistaeuropeo.com PEC:partitoanimalistaeuropeo@pec.it


Numero Verde:  800.912.215

   Partito Animalista Europeo C.F. 97358280580 - Copyright © 2012 e successivi - Contenuti Riservati

Powered by M. Giannini

 

Utilizziamo i cookies per migliorare la qualità del nostro sito. Proseguendo si intende accettata la nostra Privacy Policy che vi invitiamo a consulltare prima di proseguire. Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk